martedì 27 ottobre 2020 | Roma | Meteo
 

» Calciolaziale > Eccellenza > Cronache dai campi

Girone A: MONTEROSI-SANTA MARIA delle MOLE 1-2


articolo del 2/5/2013



MONTEROSI-SANTA MARIA delle MOLE 1-2

Monterosi: Patano, Piergentili, Brizi (46’ Santaquilani), Luciani, Fraschetti, Franchitti (76’ Romano), Di Ludovico, Minelli, Di Fiandra (58’ Maestà), Lazzarini,  Italiano. A disp: Panella, Galli, Matteucci, Donninelli. All. Pierpaolo Lauretti.

N. Santa Maria delle Mole: Brugnettini, Paduano (22’st Bucciarelli), Forte, Spiniello, Panella, Verdini, Miceli  (1’st Mazzotti), Empoli, Petrangeli (35’st Terribili), Bottoni, Giuffrida. A disp: Torraco, Ianneo, Ciolfi, Milazzo. All. Diego Leone.

Arbitro: Giancola di Latina.

Reti: 27’ Di Ludovico (M.), 72’ Bucciarelli, 75’ Petrangeli (S.M.).

Il Santa Maria delle Mole passa a Monterosi rimontando lo svantaggio maturato nel corso del primo. Con questo successo la formazione di Armando De Simone, Giorgio Tomei e Diego Leone si mette al riparo dal tentativo estremo del Fregene, anch’esso partito sotto di un gol al “Martini Marescotti”, e anch’esso capace di vincere per 2-1 contro i rosso-blu di Antonio Graniero dopo aver rischiato una seconda capitolazione. La vittoria maturata al “Marcello Martoni” contiene diversi spunti ma soprattutto, matematica alla mano, la possibilità di tenere la squadra tirrenica di Vigna a cinque lunghezze con il derby contro l’Albalonga già alle porte. Sarà, infatti, la terza partita giocata nel breve volgere di otto giorni. Un tour de force che dà poco spazio e nemmeno tempo, per le riflessioni che si potrebbero fare di una stagione troppo impegnativa: parliamo pur sempre, almeno sulla carta, di calcio dilettante. Eppure una società di nicchia, nel limbo della via Appia, con tanta concorrenza intorno, si sta togliendo grandi soddisfazioni.

Il Monterosi, dal canto suo, come riconoscerà nel dopo-partita lo stesso Armando De Simone, si è giocato la sua onorevole partita, fatta di grinta e determinazione; la squadra di Pierpaolo Lauretti ha così onorato l’impegno, come è giusto che fosse, in barba ai malpensanti e ai malversanti di questa regione. Nel complesso, tuttavia, sul piano fisico, i bianco-rossi del presidente Flaminio Cialli hanno retto solo un tempo di gioco e mostrato chiare lacune sulle palle alte e quando la stessa difesa è stata messa sotto pressione da una decisa capoclassifica. Il cambio di passo operato dai ragazzi di Leone è stato possibile anche grazie, nella ripresa, al sacrificio tattico di Giuffrida, partito dalla sua naturale posizione avanzata, e poi arretrato di una quindicina di metri, tra le linee, per aprire più spazio a Bottoni, ispiratissimo, e compagni.

Al 17' vantaggio locale con Di Ludovico che dribbla tre uomini e insacca da posizione decentrata con un tiro a giro sotto la traversa. Applausi, per il giovane rignanese. Tredici minuti prima, via radio, era giunta la notizia del vantaggio ladispolano, che aveva portato il vantaggio della prima della classe a sei punti fino al gol del Monterosi: ora siamo a cinque punti, di nuovo. La replica del Santa Maria delle Mole non si fa attendere: al 26' Verdini, in area, gira a rete su un calcio d’angolo battuto da Bottoni ma la sfera lambisce il palo. Chiamale, se vuoi, emozioni. Al 30' Empoli imposta ma Giuffrida, sopraggiunto nei sedici metri altrui, non trova il tap-in vincente. Dovrebbe, forse, vedere più pallacanestro, in televisione. Sarà determinante, nella ripresa, per il grande lavoro svolto.

All’8’ del secondo tempo arriva il frutto del pareggio. Bella palla lavorata da Bottoni e spedita nell’area di rigore con Bucciarelli abile a battere Patano, proteso in uscita. Al 20’ l’azione che, con grande probabilità, decide le sorti di questo campionato: è il gol del 2-1 per il Santa Maria delle Mole. Bottoni calcia, Patano respinge Petrangeli ribatte a rete con la sfera che prima sbatte sul palo e poi oltrepassa la linea bianca di porta con l'estremo difensore viterbese che cerca di smanacciare inutilmente: 1-2. I tre punti si stanno incamminando sulla Cassia direzione Grande Raccordo Anulare verso Sud, verso la Serie D.

Al 27' Giuffrida imposta, Bottoni apre ma stavolta Empoli non trova il sigillo per la terza rete, che avrebbe scacciato anche gli ultimi dubbi. I quali si materializzano verso la fine (40’), quando il Monterosi si riaffaccia dalle parti di Brugnettini con una sortita che per poco non porta all'autogol di Empoli. Al fischio finale è grande festa, per il pubblico accorso a Monterosi dai rivoli calcistici del XIX chilometro della Via Appia, e dei tanti sostenitori bianco-celesti che hanno sentito, via radio, dell’ennesima impresa della Cenerentola vestita adesso, SI’, a festa. E bella come Anne Hathaway. Prima, vincente, e dall’espressione calcistica davvero buona. Direbbe il grande Bruno Pizzul, orgoglio del Friuli, è tutto molto beeeeeeelloooooo.

Mirko Cervelli-Max Cannalire


SEGUONO LE INTERVISTE A ARMANDO DE SIMONE e DIEGO LEONE, ANDATE IN ONDA IERI, DURANTE "TUTTO IL CALCIO REGIONALE LAZIALE MINUTO PER MINUTO"

Per poter commentare la notizia devi effettuare la login a Calciolaziale.com
Login | Registrati