giovedì 1 ottobre 2020 | Roma | Meteo
 

» Calciolaziale > Promozione > Cronache dai campi

Girone C: IL FUTBOL CLUB ARRIVA IN ECCELLENZA


articolo del 6/5/2013



Liberi pensieri orange

 Il Futbol Club

     arriva in

             Eccellenza 

 

Il Futbol Club arriva in Eccellenza, e lo fa dalla porta principale, con un primo posto fatto di costanza, tenacia, bel gioco, nella quasi totalità delle partite giocate. I numeri non mentono mai, come ha detto ieri Diego Leone, allenatore della sorprendente Santa Maria delle Mole. E’ vero. Non occorre scomodare la serie televisiva “Numbers”, per dire che il Futbol Club ha dimostrato, tanto in attacco quanto nella transizione difensiva, di meritare l’accesso tra le “elette”, tra le “eccellenti” di questa regione. Mettiamo di fianco le reti fatte, 63, alle 20 prese e, scorrendo le statistiche dei quattro raggruppamenti laziali, vediamo che, tolto il Ciampino, una delle due terze, col Cre.Cas., dello stesso girone vinto dai giocatori di Centioni e Sancricca, quella del Futbol Club è la seconda migliore difesa di ben 72 compagini! Con l’aggiunta che questa realtà si giocherà la coppa di categoria contro la Semprevisa di Carpineto Romano. Guardando dentro le cifre il Futbol Club è stato un insieme ben costruito, all’inizio di quest’avventura, con i due giovani allenatori che avevano parecchio, da perdere, perché provenienti da una débacle con il Torrenova e dal campionato col Cecchina che solo nella prima parte li aveva visti discretamente bene poi si sono salvati, in pratica, alla 33° giornata quasi venendo risucchiati dalla zona dei play-out. Hanno fatto un buon lavoro, tecnico, di motivazioni, tattico, e per come hanno saputo sfruttare il motore a pieni giri non calando mai di intensità. In questo una società che ti mette in condizioni di lavorare sereno, anche sul campo di calcio a 8, all’occorrenza, è stata sempre vicina alle esigenze dei suoi più importanti rappresentanti in campo, al punto da sacrificare, per lo scontro diretto di Torbellamonaca, peraltro dominato, nel primo tempo, con quattro palle-gol, le vicende della juniores d’élite, arrivata a 25 minuti dalla grande impresa, in casa della Vigor Perconti campione d’Italia in carica. Anche se sostengo che quanto costruito vada analizzato in profondità, perché il gioco corale dato a questa signora del campionato è stato divaricato nelle realizzazioni a un’ampia rosa di giocatori: Spaziani ha gridato “GOOOOOLLLLL” 19 volte, Barile 15, Scerrati 7, e siamo a 41. La pattuglia dei giovani ha segnato 2 volte con Maestrelli e 2 con Privitera, ex juniores vicecampione regionale due anni fa. Il terzino Piantadosi è andato in rete in 3 occasioni, come Citro, di cui si dice un gran bene. E siamo a 51. Che diventa 59 con Sfanò e Barra, 4 gol ciascuno. E gli attuali 63 gol con quelli, singoli, di Rebecchini, Ricci, Proietti e Midulla, altro ex juniores di belle speranze. Questo vuol dire che sono andati in rete ben 13 calciatori diversi, il che evidenzia la bontà delle scelte per i grandi, Barile Spaziani, Proietti e compagnia adulta, ma anche della fascia giovane. Che, come ci ha detto sabato pomeriggio, ai microfoni di Radioincontro 105.8 Gaetano Magro, tecnico della juniores, rappresentano una rosa di una quarantina di elementi, tra quelli a disposizione dei suoi colleghi Davide Centioni e Luca Sancriccca, quelli della sua juniores d’élite, e i virgulti della Primavera uscita con il 2-2 di Montespaccato in semifinale.

Tutto questo è successo in un girone che è, per ammissione di tanti sportivi e tanti addetti ai lavori, il più difficile, vista anche l’elevatissima percentuale di squadre giunte ai vari passaggi di coppa, dai quarti fino alla finale, che, per l’appunto, sarà tutta espressione di questo raggruppamento. Un girone in cui il Real Torbellamonaca è l’unica squadra, come organico, all’altezza del Futbol Club, anche se la partita di andata ha messo tre reti tra la prima della classe e la seconda, e anche se in casa arancio-nera l’allenatore ha dimostrato, di recente, poca tranquillità e attenzione, rilasciando dichiarazioni assolutamente evitabili. Nonostante questo la seconda chance che la società di Cicchetti, Pietrangeli e Virzi ha concesso a Liberti, è stata bene impiegata, nell’andare a vincere con un bel gol di Giannetti in casa del Cre.Cas., per 1-0.  Quel Cre.Cas., altrettanto, che certe esternazioni, di tanto in tanto, le potrebbe evitare, no?! La prova collettiva del Torbellamonaca è stata da applausi per l’attenzione nelle retrovie e in mezzo al campo, e per come la squadra si è saputa proporre, in casa di una diretta avversaria.

Il Ciampino, dopo una sola settimana, ha perso la seconda piazza, e ora condivide la terza coi palombaresi di vertice. Già, a Sant’Angelo Romano non è stata una passeggiata, e la squadra di Lucani è risalita parecchio, ha preso uno come Zanchi, va in rete quasi sempre, in casa. Troppo sta facendo, con i tanti infortuni, Fabio Vulpiani, alla corte rosso-blu: i suoi vanno in vantaggio con Bianchi all’11, ma non chiudono la partita. Che, al 73’, ritorna para e patta, con una rete di Ciolfi. I restanti minuti non offriranno il giusto sbocco all’antica polisportiva ciampinese, e l’1-1 significa riprendere solo il Cre.Cas.

Fa parte delle realtà che sognano anche la squadra di Bellegra, la Serpentara, che vince dopo aver sfiorato la figuraccia, con il Palombara che vende cara la pelle: rete di Londi al 25', pareggio di Matozzo (37’). Poi, ti aspetteresti che la squadra di Del Grosso imponga la sua forza d’urto; invece no! Eusepi al 49’ e al 65’ va due volte in rete. Matozzo segna il secondo gol (68') e il terzo (80’) gol personali. Decidono le reti di Corsi (85’) e Fazi (92’). Finisce 5-3 ma che fatica. Sul piano matematico la squadra di Bellegra e Olevano ancora può lottare per la terza piazza perché il Real Torbellamonaca dispone di 64 punti, il Cre.Cas. e il Ciampino di 63, la quinta in graduatoria di 61 lunghezze. Il Città di Ciampino stecca in casa con la Sanpolese, 2-2, ma la formazione tiburtina è retrocessa egualmente perché dista sei punti dalla Vivace. Che domenica riceve il Cre.Cas., e gli ospiti non possono fare sconto alcuno, mentre i giocatori di Andrea Borsa hanno 33 punti, 9 in meno di Atletico Vescovio e Cava dei Selci. La squadra di Roma Nord ha vinto alla Rustica 2-0, reti di Servello e Ciampini. Al “Superga” invece la Sanpolese va due volte avanti, con  Bruni e Transulti, e viene ripresa prima da Guidi poi da Manucci. Si poteva evitare, questa lenta agonia, per l’ex eccellente squadra della Valle dell’Aniene.

L’Almas passa all’incasso fermando a domicilio la Semprevisa, e, con il rigore di Di Cicco pareggia il vantaggio della squadra di Carpineto, poi battuta al 70’ dal gol di Colasanti, altro rigore, per la seconda, grande vittoria di fila per i bianco-verdi di Mario Santececca.

Festival del gol a Cerreto Laziale, prima con Cascini poi con Cecchini; accorcia le distanze Palmigiani, secondo gol di Cascini, ancora Romani per lo sportivissimo Segni, e siamo 3-2, al 63’. Finale scoppiettante: al 70’ tripletta di Cecchini (se lo sarà portato via, il pallone?, n.d.r.), rete di Riselli, e siamo 4-3. Nel finale Cortellessa e Accardo fanno divertire ancora il pubblici presente: la sfida termina 6-3. Magari fossero sempre così, le gare, penserà qualcuno. Non di certo portieri e difensori.

Dicevamo delle posizioni a rischio: Consorti porta in vantaggio nel primo tempo il Torrenova a Cava dei Selci ma i bianco-verdi dell’Appia inoltrata (rispetto all’Almas) giocano un gran secondo tempo, coronato dalla doppietta di Sciamanna; e vincono davanti al loro ex tecnico, Franco Pagliarini, per 2-1, pur finendo in 10 per il “rosso” sanzionato a Buzi al 73’.

Un’occhiata a domenica. La Vivace è praticamente in Prima Categoria. Per sperare di giocare il play-out dovrebbe accadere:

a)     che batta il Cre.Cas., e questo potrebbe anche accadere;

b)    che il Futbol Club si presenti al campo dell’Atletico Vescovio per una scampagnata definibile non meglio partita di fine campionato;

c)     che il Cava dei Selci esca sconfitto dal “Torlonia”, casa del Palombara già retrocesso, con Sanpolese e Segni.

Forse un po’ troppo.

Di sopra – Qui va fatta una precisa analisi delle cifre di Cre.Cas. e Ciampino. Già, perché il comunicato ufficiale estivo che trattava l’argomento dell’assegnazione dei posti utili ai play-off, ha parlato dei seguenti criteri:

-         parità di punti, e ne hanno 63 ciascuno;

-         maggior numero di punti conseguiti negli incontri diretti, e hanno vinto una volta per ciascuna parte, all’andata, 13° giornata, il Cre.Cas., a ritorno il Ciampino;

-         differenza reti nei confronti diretti. E qui il calcolo dice ancora pari e patta perché all’andata vinse il Cre.Cas. 2-1, a ritorno il Ciampino 3-2 quindi sono 4 reti segnate e altrettante subìte;

-         poi si passa alla differenza reti nell’intero campionato. Prima di arrivare ai successivi criteri, reti attive nell’intero campionato (quelle segnate), e alla miglior posizione nella classifica del Premio Disciplina, scomodando poi il sorteggio quale ultima possibilità, va detta una cosa: che il Cre.Cas. ha segnato 58 reti subendone 32, quindi +26. Il Ciampino ha un +24 (41-17). Quindi se il Cre.Cas. vince a Grottaferrata, la squadra di Vulpiani deve farne quante più possibili nella sua partita con il Cerreto Laziale. Tutto questo, naturalmente, dando per un attimo per scontata la vittoria che il Real Torbellamonaca dovrà maturare al “Carlo Panichelli” con la Semprevisa. La quale, se non già col pensiero alla finale di coppa contro il Futbol Club, sarà un osso duro, per i romani arancio-neri.

Può succedere, tuttavia, che arrivino in tre a pari punti o addirittura in quattro, a quota 64, se il Real Torbellamonaca perde dalla Semprevista, la Serpentara, come è probabile, vince a Segni, e arrivano tutte a quota 64. Con il Cre.Cas. che pareggia a Grottaferrata e il Ciampino fa un punto all’Arnaldo Fuso con il Cerreto. Se arrivano in il Real Torbellamonaca, battuto, e il Cre.Cas. e il Ciampino, con un pareggio, a quella quota, la migliore, nel caso di classifica avulsa, ce l’ha il Torbellamonaca, con 3 vittorie e 1 sconfitta contro il 2-2 del Cre.Cas. e l’1-3 del Ciampino. Ma come non considerare la vittoria della squadra di Del Grosso, al “Collacchi”? Dunque il Real Torbellamonaca è arbitro del suo destino che, in buona parte, ha già scritto al “Torlonia”. Deve solo vincere, la squadra di Liberti. Perché se si arriva a quattro con la stessa dote, e le altre ci possono arrivare, sono dolori, per il club casilino. La classifica sarebbe questa: Cre.Cas. 12 punti, Real Torbellamonaca 11, Serpentara e Ciampino 6. Ci fuma la testa ma almeno ci siamo avvantaggiati il lavoro in vista di domenica. Calcoli che le società si stanno per fare, o (?) avranno già fatto.

Massimiliano Cannalire
(hanno collaborato Fulvio Ventura
e Andrea Gabriel Burla)

IL RIEPILOGO DEI TABELLINI


Futbol-Vivace Grottaferrata 2-0

FUTBOL: Ruggini, Ricci, Piantadosi (28’ st Midulla), Rebecchini, Chianelli, Carnevali (27’ st De Vita), Scerrati, Maestrelli, Spaziani, Delli Muti, Barra. A disp.: Croppi, Melia, Proietti, Privitera. All. Centioni- Sancricca

VIVACE GROTTAFERRATA: Lampis, Ristori, Scocozza, Trani, Brancaccia, Rocchi, Chiappelloni, Pippo (17’ st Cannone), Campagna (10’ st Huadadu), De Angelis, Schiaffini (36’ st Giglioni). A disp.: Pellegrini, Basili, Martini, Coletta. All. Borsa

ARBITRO: Petrella di Viterbo

MARCATORI: 29’ e 3’ st Scerrati

ESPULSO: al 42’ pt Rocchi (VG) per gioco scorretto 

 

S. Angelo Romano – Ciampino 1-1

S. ANGELO ROMANO: Santoro, Esposito (44’ st Sinceri), Spagnuolo, Placidi, Prili, De Rocchis, De Censo, Ranieri (1’ st Palmeggiani), Ciolfi, Zanchi, Bianchi (9’ st Marsella). A disp.: Beltrammi, Caddeo, Libertini, Serano. All. Lucani

CIAMPINO:  Di Giosia Di, Lunghi, Pisapia, Calderoni, La Forgia, Testa, Ricci (25’ st Sina), Frezza (35’ st Scafati), Mastrandrea, Binaco, Bianchi (6’ st Mevoli). A disp.: Tomaino, Scotini, Mazza, Zampetti. All. Vulpiani

ARBITRO: Iacovacci di Latina

MARCATORI: 11’ pt Bianchi, 28’ st Ciolfi (S)

 

La Rustica- Atl. Vescovio 0-2

LA RUSTICA: Burocchi, Faraco, Morelli, Ferraro, Moscetta, Vulpiani, Anelli (21’ st De Salvo), Talarico, Di Ruzza, Venturini (15’ st Baccari), Mattei. (32’ st Pistillo). A disp.: Primavera, Persia, Di Tomassi. All. Palumbo

ATL. VESCOVIO: Bartozzi, Pisapia, Capparelli, Madonna, Ciampini, Casanova (5’ st Iacobellis), Monacelli (36’ st Rossi), Pisa di Monterosa, Bema, Servello, Somma. (26’ st Gazzoni). A disp.: Paladino, Iago, Lavosi, Di Marco. All. Pansa

ARBITRO: Guglielmi di Roma

MARCATORI: 40’ pt Servello, 15’ st Ciampino.

ESPULSI: al 35’ st Morelli (LR) per doppia ammonizione. 

 

Citta' Di Ciampino - Sanpolese 2-2

CITTA' DI CIAMPINO: Santella, Traditi, Denti, F. D'Ambrosio, Cortese, Manucci, D'Ambrosio , Gavini (39'st Santoni), Guidi, Mei (10'st Peduzzi), Scolaro (24'st
Guarnieri). A disp. Cimini, Petroccia, Ciambotta, De Angelis. All. Colantuoni.

SANPOLESE:  Mozzetta, De Santis, Urbani, Dominici, Mozzetta, Festa, Transulti, Ferruzzi, Bruni, Di Donato, Lattanzi. A disp. : Duconte, Incorvaia. All. Felici
ARBITRO: De Rossi di Civitavecchia
MARCATORI: 9'pt Bruni (S), 25'pt Guidi (C), 4'st Transulti (S), 32'st Manucci (C)

Cava dei Selci-Torrenova 2-1

CAVA DEI SELCI: Caucci, Hmeidi, Buzi, Fabiani (22’ st Celani), Porcacchia, Alonzi, Sciamanna, Pitocchi, Tiberi, Massullo, Palmieri (1’ st Massara). A disp.: Maggini, Missori, Tufano, Callara, Scala. All. Serantoni

TORRENOVA:  Battisti, Roano(41’ st Turcarelli), Tanzi, Monaco(14’ st Belvisi), Ticconi, Cataldi, Provaroni, Pedrotti, Giuliani, Consorti, Hassanein (14’ st Bugiaretti) . A disp.:  Bertolino, Vannozzi, Di Giuliantonio, Mancini.  All. Pagliarini

ARBITRO:  Ferrari di Aprilia

MARCATORI: 27’pt Consorti (T), 12’ e 17 ‘st  Sciamanna S.(CS)

ESPULSO: al 28’ st Buzi (C) per proteste.

Cerreto Laziale – Segni 6 – 3

CERRETO LAZIALE: De Cinti, Pucella, Salatino, Ronci, Ilari, Piselli (1' st Cortellessa), Censi (1' st Accardo), Cacchioni, Zuccari (20' st Proietti), Cascini, Cecchini. A disp.: Scarnati, Crescentini, Salvati. All. Sabucci

SEGNI: Ferrazza, Della Vecchia (21' st Maladrucco), Fedele, Romani, Di Marco, Ferronti, Pizzuti, Palmigiani, Vittori, Ronga (6' st Molinari), Lorenzo (24' st Riselli). All. Torricelli

ARBITRO: Savastano di Roma 2

MARCATORI: 10' pt Cascini (C), 20' pt Cecchini (C), 35' pt Palmigiani (S), 15' st Cascini (C), 18' st Romani (S), 25' st Cecchini (C), 30' st Riselli (S), 38' st Cortellessa (C), 42' st Accardo (C)

Serpentara – Palombara 5 – 3

SERPENTARA: Melchiorre, Riccardi, Spoletini (20' st Rosa), Scotto Di Clemente, Corsi, Lustrissimi, Brasiello (25' st Schiavella), Abbondanza, Ceccobelli, Matozzo, Fazi. A disp.: Celi, Dominici, Carpentieri, Tucci, Ansini. All. Del Grosso

PALOMBARA: Greco, Gianfelice, Lanciotti, Novelli, Fioravanti, Pasquarelli, Bonafede, Passa, Eusepi, Faienza, Londi (32' st Gigli). A disp.: Neri, Pagliuca, Kasa, Carloni, Dominici. All. Rum

ARBITRO: Modica di Roma 2

MARCATORI: 25' pt Londi (P), 37' pt Matozzo, 4' st e 20' st Eusepi (P), 23' st e 35' st Matozzo, 40' st Corsi, 47' st Fazi

Semprevisa –Almas 1-2

SEMPREVISA: Gavillucci, Coccia, Amici (6’ st Saccucci), Contucci, Corvo, Cichella (23’ st Pacetti), Pazienza, Palombi, Trossi (15’ st Coluzzi), Biasiotti, De Paolis. A disp.: Petriglia, Amadio, Priori, Cioeta. All. Centra ( in panchina Cacciotti)

ALMAS: Pensa, Sardo (35’ st Petracca), Di Mena, Crocetti, D’Elia Dani, Cortese, Colasanti, Masci, Groos (35’ st Fondi), Ricciardi, Di Cicco (15’ st Nasso). A disp.:  Fara, Piangerelli, Massarelli, Ferrari. All. Santececca

ARBITRO: Bonanni di Roma 2

MARCATORI: 6’ pt Biasiotti, 20’ pt rig Di Cicco rig, 25’ st Colasanti rig (A)

 

Cretone- Real Tor Bella Monaca Zagarolo 0-1

CRETONE: Lauri, Morelli (43’ st Marcellini), Minotti, Calabresi, Giacchè, Pasculli, M. Ferramini, A. Ferramini, Cerroni, Colarossi, Sciamanna (8’ st Stocchi). A disp.: Imparato, Follero, Bottigoni, Bevilacqua, Valenti, Marcellini. All Di Pietro

REAL TOR BELLA MONACA: De Bernardo, Minardi, Ancona, Nardi, Campana, Dantimi, Grossi, S. Paglia (18’ st De Luca), Tiberi, Giannetti, Niro (34’ st Di Genova). A disp.: Bartalini, Delli Ficorelli, Ferrari, G. Paglia, Tolletti. All. Liberti

ARBITRO: Ancora di Roma 1

MARCATORI: 4’ pt Giannetti

ESPULSO:  al 15’ st Calabresi per doppia ammonizione 

Per poter commentare la notizia devi effettuare la login a Calciolaziale.com
Login | Registrati

  07/05/2013 - 12:56

Selmer

Per la disputa del play out la condizione essenzuiale è che la Vivace batta il Cre.Cas, e che una tra Cava dei Selci od A. Vescovio non vinca. Inoltre vi è la remota possibilità che sia S.Angelo R. e Torrenova, in caso di sconfitta di una delle due, possano disputare il play out. E ' improbabile ma il Play out Vivace vs. A. Vescovio ci può stare, purchè il Futbolclub onori il campionato e che naturalmete la Vivace batta il Cre.cas.