giovedì 1 ottobre 2020 | Roma | Meteo
 

» Calciolaziale > Promozione > Cronache dai campi

PLAY-OFF PER L'ECCELLENZA: FONTANA LIRI-CIAMPINO 0-1


articolo del 10/6/2013



Il Ciampino splende nel cielo di Fontana Liri e vince una partita che vale un stagione e che proietta i rossoblu verso l'eccellenza. Ovviamente ufficiosa perché c'è una graduatoria ed ancora una partita prima della finalissima ma diciamo che, di solito, il passaggio dai quarti alle semifinali play-off vale l'accesso al massimo campionato regionale.

I rossoblu si presentano nel frusinate senza Sina, out per un problema al ginocchio, e con Di Giosia tra i pali, difesa a quattro composta da La Forgia e Testa centrali, Lunghi e Pisapia terzini. In mezzo al campo Frezza e Mastrandrea supportati da Calderoni. Sulle corsie laterali volano Bianchi e Binaco a supporto dell'esperto Ricci. Un 4-3-2-1,insomma.
La sfida parte con il freno a mano, la posta in palio è importantissima e le due squadre non vogliono sbilanciarsi; i rossoblu provano con lanci lunghi verso Ricci ma non sortiscono alcun esito. Il Fontana Liri, che avrebbe due risultati su tre, non produce grandi cose.
Al 10' la prima occasione della partita: scambio fra Lunghi e Di Giosia, quest'ultimo la prende con le mani ma l'arbitro D'Aquino lo considera un retropassaggio al portiere e non un tocco fortuito. Nell'assembramento in area di rigore, la botta di Corrado si stampa sui piedi di Pisapia che, appostato nei pressi della linea di porta, salva il risultato. Con il passare dei minuti il Ciampino alza la propria linea difensiva e si rende pericoloso con una bordata di Binaco che esce fuori di poco, terminando sulla traversa.
Al 32' la firma che vale una stagione: azione magistrale partita da La Forgia che serve Frezza abile a tenere la sfera ed a spizzarla di testa sull'accorrente Lunghi. Che, dal limite dell'area, mette dentro un perfetto assist in favore di Binaco; il trequartista  in girata di testa supera l'estremo difensore avversario sul palo più lontano andando ad esultare vicino al settore dei tifosi rossoblu. Il gol galvanizza il Ciampino che continua a mettere dentro palloni che però vengono ben arginati dai giocatori neroazzurri.
Nella ripresa la musica non cambia. Il Fontana Liri, che probabilmente aveva impostato una sfida d'attesa, con grossa difficoltà tenta di prendere campo mentre il Ciampino sfiora il raddoppio con Bianchi, bravo e rapido a sgusciare via in contropiede ad un avversario, al limite dell'area, ma viene atterrato riuscendo però a passare la sfera a Binaco. L'autore dell'1-0 esterno deposita in rete, l'arbitro D'Aquino, però, aveva già fischiato. La successiva ripresa del gioco mediante una punizione tirata da Binaco vede la palla andare a sfiorare il primo palo.
Intorno alla mezz'ora è il momento dei padroni di casa, che mettono in cascina diversi calci d'angolo: su uno dei quali Calderoni costringe Di Giosia al grande intervento sulla linea di porta per salvare il risultato.
Nel finale entra Scafati a dare impeto alla manovra rossoblu con una squadra che tutto sommato difende il risultato senza rischiare più di tanto. Dopo 4 minuti di recupero arriva il triplice fischio che apre le danze alla festa ciampinese.
Ora la semifinale in campo neutro contro il Grifone Monteverde mercoledì prossimo e, chi vince se la vedrà in finale contro una fra Sorianese e Torbellamonaca.
A fine gara grande gioia nello spogliatoio rossoblu visibilmente commosso per un grande risultato ottenuto. Il patron Bianchi come tutta la dirigenza ha potuto godere di un traguardo oramai quasi raggiunto, dopo tre anni duri, difficili fra mille problematiche di vario genere. Ed è a lui che la squadra dedica in massa la vittoria, per gli sforzi fatti, le delusioni metabolizzate e la rabbia messa da parte per amore di questo club ed alla fine è stata una gioia immensa che chiude una settimana al cardiopalma: nella quale, fino a giovedì scorso, l'avversario di turno doveva essere l'Itri e poi a poche ore dalla sfida, giovedì sera, si è saputo, invece, che sarebbe stato il Fontana Liri. Poi il sabato è anche arrivata la decisione del prefetto che ha ordinato di disputare la sfida a porte chiuse con i pullman già pagati dalla società per portare i tifosi in trasferta rimasti fermi...Alla fine, però, hanno vinto la gioia e la soddisfazione per una città che torna quasi presumibilmente in Eccellenza...

Per poter commentare la notizia devi effettuare la login a Calciolaziale.com
Login | Registrati