domenica 20 settembre 2020 | Roma | Meteo
 

» Calciolaziale > Promozione > Cronache dai campi

Girone A: Domenica da regine, per quelle della zona play-out


articolo del 13/5/2013



UNA DOMENICA DA REGINE, 

PER QUELLE

IMPEGNATE IN ZONA PLAY-OUT

Con le prime tre piazze assegnate, il Focene

difende gagliardamente la quarta posizione,

dall’assalto di Nettuno e Montespaccato (3-2).

Play-out tra Ostiantica e Maccarese, Casalotti e Tolfa

 

Il girone A ha raccontato, per una domenica, le vicende della zona play-out, avendo in precedenza esaurito le questioni connesse alle prime tre posizioni e alle retrocessioni. Con la vittoria del torneo, il Città di Cerveteri ha un discreto lasso di tempo, per pensare all’immediato futuro, e crediamo che a breve la società incontri i giocatori per sapere chi va confermato e chi no. Ma l’esame vero avverrà sulla qualità dei giovani da proporre nel più importanti torneo del Lazio. La Compagnia Portuale ha visto sciolti i dubbi sul prossimo play-off, che la vedrà ospitare la Sorianese, con un pensiero che gira, per i corridoi della via Aurelia che più o meno fa così: “Avremmo forse visto meglio una partita contro il Grifone Monteverde”. Ma a questo punto la qualità delle squadre vogliose di coltivare ambizioni non è bassa e tutte e due le ex pretendenti alla promozione diretta del girone B costituiscono un’insidia da non sottovalutare, a nostro avviso.

Ieri il duello vissuto in diretta radiofonica ha riguardato il Palocco e il Casalotti con il derby del Borghetto dei Pescatori che si è presto portato su situazioni evitabili, con un paio di risse in campo che lo hanno reso più autentico di una vigilia prevista alla camomilla, e non crediamo, recitassero, gli attori in mezzo al campo e sulle panchine. Troppi pruriti e forse un arbitro meno interventista del solito, che ha lasciato troppo correre. Il Palocco va subito in vantaggio con un opinabile e generoso calcio di rigore, trasformato in oro da De Santis. La squadra del presidente Pini, che si è illusa per tutta la prima parte della stagione, e si è sciolta come neve al sole, rischiando addirittura di andare a vedersela col Tolfa, se la Pescatori non avesse colpito due o tre volte i “legni” della sua porta. Fatto è che al 24’ Tavolieri indovina la giocata della domenica per il 2-0 ospite e all’intervallo le squadre vanno così. Al 32’ Lodi non riesce a finalizzare un rigore, respinto da Lucci, e, al 40’, da Roma, arriva la notizia del gol di Abbondanza dopo due occasioni offensive avute dalla capolista Città di Cerveteri, per cui il Casalotti si porta in vantaggio. Quando all’11’ del secondo tempo arriva il gol di Del Giudice per la Pescatori, che riapre la contesa. Ma in pochi avrebbero ipotizzato l’indegna gazzarra che si consuma con un “rosso” per parte, con le panchine in campo, brutta, bruttissima abitudine, quella di uscire dall’area tecnica per fare i mediatori, ottenendo poi l’esatto contrario, come “raccolto”, e con Furfaro che si fa cacciare dalla panchina. Finisce 2-1 per il Palocco, che si salva, ma che dovrà crescere, e parecchio, sul piano dell’organizzazione interna, e della società. Sembra quasi sia un peso, questa Promozione, da un paio di anni ai giorni nostri. Il Casalotti andrà a giocare il suo play-out contro il Tolfa, battuto al “Darra” di Maccarese da una grande prestazione della squadra di casa. L’undici di Gardini parte subito forte e colpisce una traversa, poi (9’) Maggionami firma il punto dell’1-0. Qui esce fuori il carattere di un Tolfa che esce dalle corde e accarezza il punto del pareggio. Al 54’ Chierico fa 2-0, all’80’ 3-0 e il “Macca” distanzia il terz’ultimo posto, evita la squadra di Pino De Narda e se la vedrà con l’Ostiantica, che passa per 4-3 sul campo del Cedial Lido dei Pini. La rete della bandiera tolfetana la segna Compagnucci, in chiusura, mentre per i ragazzi di Cotroneo domenica si mette subito bene ma poi rischiano, e di brutto, di tornare a casa senza niente, e di giocare il play-out davanti al Castello di San Giorgio, anziché all’Aldobrandini. Bene la partenza, per i giocatori dell’Ostiantica, con i gol di Sorbara e Di Nardo nei primi 21’. Ma la squadra del litorale romano non fa i conti con una cosa che riconosciamo, da un anno sportivo, al Cedial di Panicci: l’orgoglio. Rete di Cristofari al 3’ e al 5’ della ripresa, e sorpasso, gol di Razza, al 21’. Il gelo cala, in tribuna, per i tifosi ospiti. Al 24’ segna Lulic, e qui l’Ostiantica avrebbe la medesima dote del Maccarese, 38 punti, poi si ripete, lo stesso atleta, al 27’, per il 4-3 esterno che ha il sapore di un incontro balneare, per il resto. Se poi analizziamo il secondo tempo di Casalotti-Cerveteri ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli, non per Ferretti, evidentemente, ma per la noia assoluta, che, a un quarto d’ora dalla fine, ha fatto alzare in anticipo diversi, tra i coraggiosi intervenuti, sulla tribuna di via Borgosesia, e andarsene. Quindi mal comune, mezzo gaudio.

Le altre gare dell’ultima giornata hanno avuto poco, da raccontare, se non per il Focene, impegnato contro il Montespaccato che provava la gamba in vista del confronto con il Grifone Monteverde: ma era una partita di discreta qualità, che ha visto i ragazzi di Ripa dover difendere il quarto posto, onorevole, vista la profonda selezione imposta, più che proposta, dalle tre di vertice; le quali, anche tra di loro, hanno creato tale divario da assegnare prima, seconda e terza piazza del podio con largo anticipo, come non si vedeva da tempo. E allora la formazione cara a Carlo Turco e ai suoi valevoli dirigenti si toglie la soddisfazione di battere 3-2 il collettivo di Mencaroni e Gambacurta, dopo una gara gagliarda e tenace. Che merita qualche menzione: parte forte, il Montespaccato, rete di Di Giovanni al 4’ con pareggio di Di Legge al 47’. D’Acampo porta avanti la formazione fiumicinese (61’) ma Rotella (!) sbaglia un calcio di rigore al 75’. Non è finita: il carattere del Montespaccato porta i romani sul parziale 2-2 (85’) con Di Giovanni in grande spolvero. Ma Fiorini (89’), in rete anche di recente, firma il prestigioso 3-2 finale, che significa un gran bel quarto piazzamento finale, a cinque punti dall’area dei play-off.

Non era una partita di cartello e, come modestia dei reparti difensivi e centrali vista ieri, Compagnia Portuale Civitavecchia-Nettuno non passerà alla storia per la partita dell’attenzione. Chi l’ha vista, tuttavia, si è divertito, per i 7 gol finali: rete di Braccini in apertura di primo tempo e di Maisto prima del riposo. Poi sale in cattedra un ispirato Borostean, tra i pochi, da salvare, in questa mediocre stagione verde-blu: senga al 6’ e al 12’ del secondo tempo riaprendo la gara del “Giovanni Fattori”. Montella e ancora Borostean portano il Nettuno sul 4-2, con Poggi che segna il terzo gol della squadra di Marco Galli. Che, tuttavia, perde Nunziata per espulsione al 42’, ed è un cartellino rosso che pesa, in vista del play-off, per la C.P.C.

Il Falasche ed il Borgo Flora chiudono sesti grazie ai successi sul Santa Marinella, 2-1, e sul Fiumicino, 7-1. In parecchi hanno applaudito, giustamente, la grande, grande rincorsa della realtà pontina guidata, in panca, da Massimo Bindi. Quando, dopo la struttura, la società di Alberto Alessandroni dimostrerà, oltre all’impianto già ammodernato, una crescita di vedute e organizzativa, vista la bontà dei giovani che vengono dalle squadre juniores d’élite e allievi, i bianco-verdi nettunensi potranno dire la loro qualche scalino più su. Il sorpasso delle seste, alla fine dei conti, è stato effettuato per colpa di un irritante Città di Fiumicino, che perde con la già retrocessa Olimpia, per 2-0, al “Vincenzo Cetorelli”. Va bene, siamo a fine stagione. Va benissimo, facciamo giocare i giovani ma finire ottavi, dopo la discreta crescita mostrata sul piano dei risultato non è stata una cosa positiva. Una cosa che andava evitata, per come vediamo noi le potenzialità reali dell’organico portuale.

Massimiliano Cannalire

(hanno collaborato Patrizio Sindici,

Simone Ciancotti e Roberto Lezza)


 TUTTI I TABELLINI DELLA 34° GIORNATA 

PESCATORI OSTIA-PALOCCO 1-2

Pescatori: Moser, Folco, Caira (77’ Favara), Del Giudice, Aversano, Stampone, Vecchio, Benvenuti, Ciasca, Lodi (91’ Esposito), Olivieri (66’ Morrone). A disposizione: Luci, Furfaro, Morrone, Esposito, Favara. Allenatore: Guido Rossi

 

Palocco: Lucci, Pierangelini (67’ De Maio), Uacibem, Quaglieri, Pastorelli, Adiletta (46’ Taroni), Leonardi, Bornino, Subrizio, De Santis, Tavolieri (56’ Cesari). A disposizione: Pasquali, Cesari, Taroni, De Maio, Ligios, Cordova, Scardicchio. Allenatore: Ivano Trotta

 

Arbitro: Sig. Viglianti di Latina (5,5). Assistenti Arbitrali: Sigg. Mastropietro di Frosinone e D'Arpino di Cassino.

 

Reti: 3’ De Santis (Pa., rig.), 24’ Tavolieri (Pa.), 56’ Del Giudice (Pesc. Ostia)

 

Note: espulsi Furfaro, direttamente dalla panchina. Vecchio e Leonardi per condotta violenta (reciproche scorrettezze). Ammoniti: Stampone, Folco, Benvenuti, Favara (Pes.), Iacone, Pastorelli, Adiletta. Taroni (Pal.). Al 32’ Lucci para un calcio di rigore a Lodi.

 

CASALOTTI-CERVETERI 1-0

Casalotti: Izzo, Lunardi, De Francesco, Carelli, Cellini, Freddi, Montorselli, Pennazzi (75’ Capodacqua), Duello, Abbondanza (46’ Mariani), Giannetti (88’ Gargano). A disp. Di Martino, Bianchini, Grosso, Babbucci. All. De Narda.    

Cerveteri: Bonincontro, Campoli, Bresciani, Virtuoso, Renzi, Castelletti (75’ Torroni), Cecaloni, D’Aiuto, Pulcini, Caponi, Parashiv (46’ Bentivoglio). A disp. Boriello, Maresca, Formicone, Di Chiara, Torroni, Virli, Bentivoglio. All. Ferretti.

Arbitro: Sig. Cacciotti di Albano Laziale (6,5).

Rete: 40’ Abbondanza.

 

                                          CEDIAL LIDO dei PINI-OSTIANTICA 3-4

Cedial Lido dei Pini: Glicinetti, Bressan, Sacchetti (73' Amaranto), Dabivic, Sandi (29' Recupero), Valentini (46' Razza), Bernardi, Franco, Cristofari, Flamini, Felicini. A disp. Casaldi, Di Maggio, Loreti. All. Panicci

Ostiantica: Ponzelli, Porzio, Gianfranceschi, Boncompagni, Feno, Moretti (87' Cruciani), Lulic, Vecchioli, Sorbara (78' Morigi), Di Nardo, Anello. A disp. Perazzolo, Cerini, Del Duca, Pomponi, Proietti. 

Arbitro: Impenna di Rieti (6,5). 

Reti: 12' Sorbara, 21' Di Nardo (O.), 48' e 50' Cristofari (rig.), 66' Razza (L.P.), 69' e 72' Lulic (O.).     

 

MACCARESE-TOLFA 3-1

Maccarese: Amoddio, Virgili, Eufemi, Di Nunzio, De Santis, Scirè, Verna (47’ Trivellini), Maggionami (70’ Callini), Sfasciotti, Chierico (81’ Ottaviani), Buggiani. A disp. : Blundo, Agus, Padovani, Bianco. All. Gardini.

Tolfa: Cardarelli, Baldini, Sgamma, Martorelli, Fronti (61’ Santecchi), Pacchiarotti, Marconi (85’ Bertini), Mecucci, Compagnucci, Testa, Paolini (75’ Fracassa). A disp. Marraso, Ricci, Sentiero, Silipigni. All. Stampigioni.

Arbitro: De Tommaso di Rieti (8).

Reti: 9’ Maggionami, 54’ e 80’ Chierico (M.), 90’ Compagnucci (T.).

FOCENE-MONTESPACCATO 3-2

Focene: Haddad, Fantini, Lumaca, Marcese, Commentucci, Negro, Esposto (70’ Livatino), Fontana, Fiorini, D’Acampo (86’ Bompan), Di Legge (76’ Galluccio). A disp. Mauro, Modanesi, Stirpe, Parisi. All. Ripa.     

Montespaccato: Prastaro (81’ Rau), Di Carlo, Calcaterra (46’ Carosini), Di Gaetano, Petrillo (51’ Dentale), Barresi, Di Giovanni, Pilliu, Rotella, Verdiglione, Giovannetti. A disp. Pera, Avanzi, Costantini, Leo. All. Mencaroni.

Arbitro: Ubaldi di Roma1 (6).

Reti: 4’ Di Giovanni (M.), 47’ p.t Di Legge; 61’ D’Acampo (F.), 85’ Di Giovanni (M.), 89’ Fiorini (F.).

Note: al 75’ Rotella (M.) sbaglia un calcio di rigore.

 

COMPAGNIA PORTUALE CIVITAVECCHIA-NETTUNO 3-4

C.P.C.: Corradini, Nunziata, Galli (78’ Mobili), Macaluso, Cottuno (73’ Incalcaterra), Poggi, La Rosa, Campari, Braccini (73’ Barletta), Maisto, Bonelli. A disp.: Notari, Mancini, Riccobello, Pizzardi. All. Galli.     

Nettuno: Giudice, Pescatori, Petrangeli, Giusti, Tozzi, Chiocca (46’ Rossi), Borostean, Piciotto, Montella, Frasca, Rizzaro (65’ Boldoni). A disp. Paccarié, Antonioni, Ben Had, Saiu. All. Macciocchi.    

Arbitro: Marchioni di Rieti (6,5).

Reti: 3’ Braccini, 41’ Maisto, 51’, 57’ Borostean, 66’ Montella, 74’ Borostean, 81’ Poggi.

Note: espulso all’87’ Nunziata per doppia ammonizione.

 

CITTA' di FIUMICINO-OLIMPIA 0-2

Città di Fiumicino: D. Mariani , El Hamlachi, Desideri (51' Cecchi), Palombo, Cataldo (35' Mussoni), Pompei, Marzi, Schuster (46' Mariani), Palaia, Di Meglio, Bordoni. A disp. Mandolini, Brighenti, Hergal, Mazzocchitti. All. Scudieri.

Olimpia: M. D'Andrea, Parrotto (86' J. D'Andrea), Petrolati, Maresca, Ponziani, Zerbinati, Peraccini (77' Mistretta), Maroder, Bissattini, Stornelli, Pieroni (86' Farris). A disp. Ortame. All. Ghergo.

Arbitro: Celani di Viterbo (6,5).

Reti: 13' Peraccini, 28' Pieroni.

 

FALASCHE-SANTA MARINELLA 3-1

Falasche: Cardinale, Poltronetti (70' G. Perica), Bonomo, D. Perica., Piovesana, Scagnetti (79' Maialetti), Porcari, Lauri, Buchicchio (34' Chiriacò), Sambataro, Santin. A disp..: Prisco, Marino, Picano, Loria. All. Antonelli.

Santa Marinella: Nardini, Galli, Murgante, Pallassini (59' Brutti), Verde, De Santis, Benetti (65' Benci), Barzellotti, Braccini, Ferro, Del Monte. A disp.: San Filippo, Pesci, Gallinari, Perugini, Mancini. All.. Dominici.

Arbitro: Ferrara di Roma2 (6,5).

Reti: 15' Buchicchio (F.), 25' Porcari (F.), 61' Braccini (S.M.), 85' Lauri (F., rig.)

 

BORGO FLORA-FIUMICINO 7-1

Borgo Flora: Papagna (44’ Sellitti), Virgini, Caputi, Basile (54’ Marchetti), Lauteri, De Bonis, Komadowski (64’ Lizzio), Maggiore, Rito, Spogliatoio, Terrazzino. A disp.: Pacchiarotti, Giuliano, Di Fazio, Cupellaro. All. Bindi.

Fiumicino: Petrini, Mandile, Carboni (46’ Milero), Maferri, Lodi, Dionisi, Orerfice, Benedetti, Scognamiglio (20’ Simonetti), Burgueno (55’ Damiani), Benevento. A disp. Coraggio, Santodonato, Tripodi, Sanna. All. Dionisi.

Arbitro: Tchato di Aprilia

Reti: 2’ Maggiore, 19’ Spogliatoio, 24’ Lauteri, 30’ Maggiore, 37’ e 47’ Terrazzino (B.F.), 56’ Simonetti (F.), 90’ Terrazzino (B.F.).

Per poter commentare la notizia devi effettuare la login a Calciolaziale.com
Login | Registrati