giovedì 1 ottobre 2020 | Roma | Meteo
 

» Calciolaziale > Promozione > Cronache dai campi

Girone C: il punto, Real Torbellamonaca-Semprevisa 4-3, i tabellini


articolo del 13/5/2013



 

 

 

 

IL REAL TORBELLAMONACA 2°

IN SCIOLTEZZA. IL CIAMPINO 3°

MA CHE FATICA! RETE DI RICCI ALL’88°

Con il gol del principe di Tivoli, viene

ricacciata indietro la Serpentara: dopo

che la Vivace e Lampis hanno

sbarrato la strada al Cre.Cas.

 

E chiamale se vuoi…emozioniiiiiiiii. Tante, quelle che correvano ieri, via radio. E’ stata una domenica capace di tenere molte persone incollate ad ascoltare le vicende di Cre.Cas., Ciampino, Real Torbellamonaca e Serpentara Bellegra Olevano, che, tra tutte, era la più facilitata, dal calendario. La squadra di Del Grosso avrà sentito, proprio attraverso “Tutto il calcio regionale laziale, minuto per minuto”, della rete di Giorgio Ricci. Che all’88’ ha riportato il Ciampino dal Purgatorio del gettare un anno alle ortiche, riportandolo nella zona ideale, mentale delle ambizioni, dei sogni. E, parafrasando il tormentone marzulliano i sogni aiutano a vivere meglio, almeno qualche volta, aggiungiamo. Il Ciampino ha trovato la strada sbarrata per tutta la partita da un grande Scarnati, degno rappresentante di chi, come noi, pensa che il calcio e lo sport non debbano essere decisi da esterne vicende rispetto ai fatti e fattori agonistici. Così l’esplosione di gioia del pubblico rosso-blu è entrata nelle orecchie degli ascoltatori e del povero Alessandro Battaglia, che faticava a superare quell’autentico boato degno di altri palcoscenici. Con quella rete, come ricordano i nostri attenti lettori, il Ciampino scalza il Serpentara che era terzo, di quattro squadre, nel caso di un arrivo a pari punti, mentre i ragazzi di Vulpiani, 6 punti nella classifica avulsa, come la squadra bellegrana, aveva una differenza reti complessiva, una volta verificata la parità nel confronto diretto di andata e ritorno, uno vinto per ciascuno con lo stesso risultato (1-0).

In tutto ciò il Real Torbellamonaca prendeva il largo. Le notizie che arrivavano dal “Carlo Panichelli” erano confortanti: rete di Romagnoli, di giustezza, al 19’, pareggio di un ex, Pacetti, al 34’, nuovo vantaggio arancio-nero, con De Luca, al 39’. E 2-1 al riposo. In apertura di ripresa rete di Campana per il 3-1 e primo, doppio vantaggio, per la squadra di Fabrizio Liberti, riavvicinata (58’) dal bravo centrocampista Cichella, e siamo 3-2. Ancora una rete per Romagnoli e per Cichella, e finisce 4-3, con la godibilità di una discreta partita, di tanto di quel pubblico che a Torbellamonaca non si vedeva da tempo, e con la realtà di Carpineto pronta alla finale di coppa di Promozione di sabato prossimo, a Frascati, contro il Futbol Club. Il Real Torbellamonaca vola via, ai play-off, dove incontrerà la Nuova Itri: passando i romani di Cicchetti, Lupi e Virli troveranno la vincente dell’abbinamento Compagnia Portuale-Sorianese.

Questo hanno raccontato le vicende di vertice, visto lo scontato esito del “Collacchi”, con la Serpentara che maramaldeggia sul retrocesso Segni. Nelle parti basse della graduatoria si cavano dal pericolo il Sant’Angelo Romano, che passa di misura a San Polo dei Cavalieri, rete di Sinceri “solo” all’87’. Ma tanto basta, con il 3-2 dell’Atletico Vescovio alla vincitrice del campionato, perché non si giochi il play-out: infatti la Vivace ha fatto il suo, fermando il Cre.Cas. sull’1-0, rete di Campagna, e rigore parato da Lampis, tanto che i giocatori del presidente Valentini non riescono a entrare nei play-off. Dunque se il Sant’Angelo non avesse vinto salendo a 43, rimanendo a 40, avrebbe giocato il play-off contro la compagine di Grottaferrata. Tra l’altro va fatta una duplice riflessione, sulla gara di San Polo dei Cavalieri: la squadra di casa si presenta con soli 11 giocatori, e può succedere, al termine di un anno di grandi difficoltà e superficialità, vedi quanto di buono aveva fatto Fazzini, per riportarla in linea di galleggiamento, riuscendoci con tre vittorie in sei partite, e tre sconfitte di cui due con le prime della classe. La seconda: con tutto che il Sant’Angelo Romano avesse uno come Zanchi, in campo, ha spedito in campo Sinceri all’85’, ha tolto l’ex punta del Pomezia, del Guidonia e del Fiumicino in luogo di Toto, un minuto dopo. E altri 60” bastano, per segnare il gol a Sinceri, altrimenti con la Vivace avrebbe corso qualche rischio, nel play-out.

Anche il Torrenova si cava fuori dalla mischia vincendo 2-0 nei confronti della Nuova Superiride La Rustica, con le reti di Claudio Giuliani e Provaroni a metà del secondo tempo. Dicevamo dell’incontro del “Muratori”. Il Futbol Club va in vantaggio con il gol di Barra, che Somma pareggia alla mezz’ora: Bea firma il punto del sorpasso, e la terza rete; al 70’ Spaziani ricorda che non passa per caso, il suo cognome, nei tabellini. Finisce 3-2 con l’espulsione di Bea ma intanto la conferma in categoria è cosa fatta, per i ragazzi di Pansa.

Il Cava dei Selci si salva con un golletto segnato al Palombara, già retrocesso, nel corso del primo tempo, da Massullo; rete che vale la permanenza in categoria, dopo un’annata fatta di grandi sofferenze, per la squadra di via Appia. I play-off giocati la passata stagione e persi con grande sfortuna sono stati, da una parte, un grande merito societario; dall’altra potrebbero aver indotto in errore dirigenti e sostenitori bianco-verdi, che potrebbero aver pensato di rivivere i fasti della passata stagione, con il bel secondo posto finale dietro al Santa Maria delle Mole, tremendo vicino di casa, giunto, nel frattempo, alla seconda promozione di fila.

Chiudiamo il commento con la partita del pomeriggio. Finisce 3-3, tra Almas e Città di Ciampino, con i bianco-verdi che arrivano noni, lontani dai sogni cui è abituata la società di via Demetriade; e con un Città di Ciampino che, sì, è sesto, alla conta dei fatti, ma a 9 lunghezze dai play-off, ottenuti dall’altra metà del cielo ciampinese, addirittura a 14 dal vertice. C’è tempo, per crescere.

Massimiliano Cannalire

(hanno collaborato Federico Ghera,

Alessandro Battaglia, Andrea Listanti)

 

Nella fotografia Roberto Romagnoli,

romano di Prati, classe 1980, attaccante

del Real Torbellamonaca.

 

REAL TORBELLAMONACA-SEMPREVISA 4-3

Real Torbellamonaca: De Bernardo, Minardi, Ancona, Nardi, Campana, Tiberi, Grossi (32’ De Luca), Dantimi, Romagnoli (68’ Ferrari), Giannetti (88’ Turchetti), Paglia. A disp. Bartalini, Di Genova, Niro, Delli Ficorelli. All. Liberti.

Semprevisa: Petriglia, Contucci, Saccucci, Corvo, Carbonari, Cichella, Priori (68’ Brizzi), Cacciotti S., Pacetti, Trossi (52’ Cacciotti N.), Pazienza. A disp. Gavillucci, Di Rofi, Palombi, Amici, Cioeta.

Arbitro: Longo di Latina (7). Assistenti De Lorenzo e Madeddu di Latina.

Reti: 19’ Romagnoli, 34’ Pacetti, 38’ De Luca, 52’ Campana, 58’ Cichella, 63’ Romagnoli, 80’ Cichella.

Note: calci d’angolo 3-2.

ROMA – Missione compiuta per il Real Torbellamonaca, che batte la Semprevisa tra le mura amiche ed accede ai play-off da seconda della classe. La vittoria della squadra di Liberti è stata più facile di quanto il risultato non lasci immaginare: una Semprevisa senza più nulla da chiedere al campionato e con la testa alla finale di coppa, non ha mai dato l’impressione di voler mettere i bastoni tra le ruote avversarie, e i numerosi gol sono frutto della scarsa concentrazione propria di una sgambatura d’allenamento condotta in un clima di non belligeranza.

I locali passano in vantaggio al 19': Grossi arriva sul fondo dalla fascia destra e serve un pallone rasoterra a Romagnoli che non ha difficoltà a spingerlo in rete di piatto destro. Pareggio ospite al 34’: sul calcio d’angolo battuto da Trossi, Pacetti sbuca di testa sul primo palo e mette alle spalle di De Bernardo. Ma il nuovo equilibrio dura soltanto quattro minuti: al 38’ De Luca, subentrato una manciata di minuti prima a Grossi, riceve il tocco corto di Romagnoli e scarica un sinistro rasoterra che si insacca nell’angolino alla destra di Petriglia. Si va al riposo sul 2-1.

A sette minuti dall’inizio della ripresa i giochi si chiudono definitivamente: Campana penetra in area di rigore avversaria da sinistra con un pregevole slalom tra le maglie avversarie e batte Petriglia in uscita con un preciso piatto destro a giro. Ciò che segue è soltanto un intrattenimento per il pubblico. Al 13’ Cichella, lasciato completamente solo al limite dell’area, accorcia le distanze con un bel sinistro di collo pieno che si insacca sotto la traversa. Al 18' il Torbellamonaca riallunga: Tiberi lavora un pallone che probabilmente varca la linea di fondo prima di giungere a Romagnoli, il quale insacca da due passi come nel primo tempo. Nessuno esulta, e nonostante i dubbi sulla regolarità del gol, quelli della Semprevisa non battono ciglio. Prima del fischio finale c’è tempo per un’altra doppietta: quella di Cichella, che corregge in rete un cross basso di Pacetti dalla destra e fissa il punteggio sul 4 a 3. Nonostante lo scarto sia minimo, negli ultimi dieci minuti non c’è traccia di forcing e le due squadre si scambiano piacevolmente il pallone prima che l’arbitro decida di farla finita, con qualche secondo di anticipo.

Andrea Listanti

 

GLI ALTRI TABELLINI

DELLA 34° GIORNATA

ATLETICO VESCOVIO- FUTBOL CLUB 3-2

Atl. Vescovio: Bartozzi, Mariello (46’ Pisapia), Capparelli, Ale. Madonna, Ciampini (46’ Di Marco), Pisa di Monterosa, Somma, Iacobellis, Monacelli (81’ Pietrolongo), Servello, Bea. A disp. Palladino, And. Madonna, Garzoni, Rossi. All. Pansa.

Futbol Club: Bucarelli, Scerrati (59’ Spaziani), Melia, Rebecchini, Chianelli (48’ Piantadosi), Carnevali (64’ Ricci), Privitera, Delli Muti, Midulla, Zoppis, Barra. A disp. Ruggini, Maestrelli, Proietti, Barile. All. Centioni-Sancricca.

Arbitro: Pantano di Frosinone (7).

Reti: 19’ Barra (F.C.), 30’ Somma, 50’ e 56’ Bea (A.V.), 70’ Spaziani.

Note: espulso al 90’ Bea per proteste.

 

ALMAS ROMA-CITTA’ di CIAMPINO 3-3

Almas: Pensa, Di Mena, Ciccalotti, Crocetti, Fondi (55' Di Francesco), Cortesi, Di Cicco, D'Elia, Groos (87' Petracca), Colasanti, Nasso (75' Nasso). A disp. Federici, Piangerelli, Massarelli, Masci. All. Santececca.

Città di Ciampino: Della Luna, Traditi, Denti, Santoni (46' Cortese), Asci, Petroccia, Tedeschi (55' Guarnieri), Peduzzi (70' De Angelis), Guidi, Mei, Parroni. A disp.: Santella, Gavini, D'Ambrosio, Sbardera. All. Colantuoni.

Arbitro: Franco di Cassino (6,5).

Reti: 19' Santoni (C.), 20' Nasso (A.), 25' Guidi, 35' Mei (C.), 44' Colasanti, 70' Groos (A.)

 

SANPOLESE-SANT’ANGELO ROMANO 0-1

Sanpolese: Simone Mozzetta, De Santis, Urbani, Stefano Mozzetta, Dominici, Festa, Bischi, Ferruzzi, Bruni, Incorvaglia, Lattanzi. All. Felici.

Sant’Angelo: Santoro, Esposito, Spagnuolo, Serano, Prili, De Rocchis, De Censo (85’ Sinceri), Ranieri, Zanchi (86’ Toto), Marsella (80’ Bianchi), Palmeggiani. A disp. Beltrammi, Caddeo, Matarangolo, Libertini. All. Bergamini (Lucani squalificato).

Arbitro: Cenci di Cassino (7).

Rete: 87’ Sinceri.

Note: la Sanpolese si è presentato con 11 giocatori, senza cambi. 

 

TORRENOVA-LA RUSTICA 2-0

Torrenova: Battisti, Leone, Vannozzi (79’ Cataldi)  Monaco, Ticconi, Tanzi, Pedrotti (46’ Hassanein), Consorti, C. Giuliani (79’ Turcarelli), Mancini, Provaroni. A disp. Bertolino, Roano, Bugiaretti, Giordano. All. Pagliarini.

La Rustica: Manzi, Giudice, Persia, Baccari (55’ De Salvo), Vulpiani, Moscetta, Anelli, Ferraro, Pistillo (69’ Di Tommaso), Batella, Venturini (73’ G. Giuliani). A disp. Burocchi, Noce, Boccia. All. Palumbo.

Arbitro: Catallo di Frosinone (6).

Reti: 66’ Claudio Giuliani, 69’ Provaroni.

 

VIVACE GROTTAFERRATA-CRE.CAS. 1-0

Vivace: Lampis, Trani, Cannone (67' Pippo), Basili, Schiaffini, Cozzolino, Mudadu (52' Ristori), Chiappelloni (85' Giglioni), Campagna, De Angelis, Scocozza. A disp: Pellegrini, Brancaccia, Mastruzzi, Coletta. All. Borsa

Cre. Cas.: Divisi, Bottigoni, Pasculli, Costanzo, Giacchè, Follero, Mar. Ferramini (46’ Sciamanna), Alfonso Ferramini, Cerroni, Colagrossi, Marcellini (85' Bevilacqua). A disp Imparato, Morelli,Alessandrini, Lame, Valenti. All. Di Pietro

Arbitro: Tubertini di Bologna (7).

Reti: 31' Campagna.

Note: al 50’ Alf. Ferramini  sbaglia un rigore, parato da Lampis. 

Note: espulsi al 55’ Cozzolino (V.G.) per doppia ammonizione, all’85’ Marco Ferramini (C.C.) per proteste, direttamente dalla panchina (è giocatore-allenatore).

 

SEGNI-SERPENTARA 1-8

Segni: Lorenzi, Fedele, Di Marco, Romani, Serra (46' Cacciotti), Ferranti, Pizzuti (55' Marchetti), Palmigiani, Vittori, Paluzzi (57' Molinari), Ronga. A disp. Ricelli. All. Torricelli.

Serpentara: Celi, Brasiello, Spoletini, Scotto Di Clemente, Ceccobelli, Lustrissimi (58' Ansini), Dominici, Abbondanza, Corsi, Matozzo (65' Schiavella), Yuri Fazi (54' Alan Fazi). A disp. Melchiorre, Riccardi, Carpentieri. All. Del Grosso.

Arbitro: Portanova di Aprilia (6).

Reti: 10' Corsi, 15' Yuri Fazi, 20' Abbondanz, 40' Corsi, 50' Y. Fazi, 60' Corsi, 80' Schiavella, 85' Ansini (Ser.), 90' Ronga (Segni).

 

PALOMBARA-CAVA dei SELCI 0-1

Palombara: Morganti, Bonafede, Langiotti, Novelli, Fioravanti (86' Gigli), Vinella, Pricop (79' Neri), Passa, Eusepi, Londi, Faienza (53' Carloni). A disp. Grieco, Kasa, Pagliuca, Dominici. All. Rum.

Cava dei Selci: Caucci, Migliori, Cerani, Fabiani, Porcacchia, Alonzi, Sciamanna (76' Ciallarà), Pitocchi, Massara (76' Tufano), Massullo (63' Missori), Palmieri. A disp. Maggini, Tiberi, Mormile, Simeidi. All. Serantoni.

Arbitro: De Marco di Aprilia (6,5).

Reti: 24' Massullo. 

 

 

Per poter commentare la notizia devi effettuare la login a Calciolaziale.com
Login | Registrati

  13/05/2013 - 15:15


Caro Max, sono il Presidente del S.Angelo Romano, e mi trovo costretto a commentare questo tuo articolo, non tanto per le "riflessioni" che inviti a fare nell'articolo in merito alla gara di S.Polo dei Cavalieri, ma per la PESSIMA informazione giornalistica che hai fatto in merito a classifica in generale e gara in particolare; mi spiego meglio: innanzitutto il S.Angelo Romano era a 43 punti e non 40 come dici nell'articolo e con i tre punti di S.Polo è andato a 46 altrimenti a 43 avrebbe giocato i ply-out, infatti è la stessa classifica riportata in questo sito a dimostrarlo, a meno che non sia valsa 6 punti la vittoria nell'ultima giornata.......ma non credo. Inoltre il Vivace Grottaferrata con la vittoria di ieri è salito a quota 35 (e non 36 come erroneamente riportato in classifica), pertanto, come insegna il regolamento, i play-out non si disputano se ci sono più di 8 punti di distacco; quindi ricapitolando 35+8=43 quindi il S.Angelo sarebbe stato salvo a quota 44 punti, raggiungibili con un pareggio nell'ultima giornata. Ultimo, ma non ultimo appunto lo voglio fare in merito alla gara, tu parli di una sostituzione effettuata un minuto prima del gol-vittoria, affermazione totalmente inesatta in quanto la sostituzione è avvenuta dopo il vantaggio, e comunque pur comprendendo la difficoltà nel reperire i tabellini esatti delle gare, sarebbe quantomento gradito non fare congetture su informazioni errate come in questo caso. Per concludere ti saluto invitandoti a correggere quanto scritto e ad evitare di fare illazioni, seppur aleatorie, basate su dati non certi, su una "piccola" società che ha raggiunto un grandissimo traguardo in un girone di "estrema" difficoltà, a detta di tutti, che preferisce centrare gli obiettivi con le proprie forze ed il proprio impegno. Saluti dal S.Angelo Romano