domenica 17 novembre 2019 | Roma | Meteo
 

» Calciolaziale > Promozione > Interviste

Intervista all'allenatore della Nuovasuperiride La Rustica


articolo del 24/2/2011



Intervista all'allenatore della Nuovasuperiride La Rustica
articolo del 24/2/2011   


INTERVISTA ALL'ALLENATORE DELLA NUOVASUPERIRIDE LA RUSTICA ANTONELLO CIANCAMERLA


CIANCAMERLA: "A QUESTO PUNTO CI CREDIAMO"


Dopo ventiquattro giornate, il tecnico della Nuovasuperiride La Rustica, neo capoclassifica del raggruppamento B del campionato di Promozione, non nasconde il suo ottimismo dopo nove risultati utili di fila e due sole reti subìte in quasi tre mesi... La squadra romana è imbattuta dal 5 dicembre dopo aver totalizzato sette vittorie e due pareggi. Sono numeri da primato quando mancano dieci gare alla fine...
La Nuovasuperiride La Rustica è ora in vetta alla classifica dopo una grande rimonta...
"I ragazzi hanno lavorato bene con grande applicazione dopo un avvìo difficile... Abbiamo anche approfittato del calo del La Sabina trovando grande continuità nel gioco e nei risultati. Ho sempre creduto nel tridente anche quando allenavo la Cavese ed il Torrenova. Alla fine, l'equilibrio della squadra in campo paga...
Ad inizio stagione, siete partiti per salvarvi...
Sì ma strada facendo ci siamo accorti di essere un gruppo solido con degli elementi molto validi. La Nuovasuperiride è una squadra "maschia", un grande gruppo con grande voglia di fare bene...
A questo punto, credete nel salto di qualità?
Nel modo più assoluto. Dopo aver raggiunto il traguardo salvezza con largo anticipo, la nostra linea di pensiero è decisamente cambiata. Ora, dobbiamo pensare in "Grande" per poter continuare la nostra scalata verso un sogno chiamato Eccellenza...
Altrimenti, ci sono sempre i "play-off"...
Speriamo di evitarli ma li prendiamo comunque in considerazione. La mia squadra non ha l'obbligo di vincere il campionato ma abbiamo il dovere di provare a vincerlo... Nel caso in cui non ci riuscissimo, non avremmo nessun rimpianto. Al di là di tutto, stiamo disputando un grande campionato...
Chi temete di più tra le vostre rivali?
Penso che sarà una corsa a quattro tra Nuovasuperiride La Rustica, La Sabina, Villanova e Monterotondo Scalo anche se il Villanova ha senz'altro un organico più ampio rispetto alle altre squadre di vertice. La nostra rosa è un po' più corta rispetto a quella dei tiburtini ma chi entra in campo dà sempre il massimo...
Siete reduci da una bella vittoria esterna al "Trifoglio" contro la Boreale...
Abbiamo superato un'ottima squadra che mi impressionò molto già nella gara d'andata al "Fiorentini". Domenica scorsa, la Boreale ci ha aggredito molto ma abbiamo dato un bel segnale di maturità dopo il passo falso interno contro la Pro Sabina. Siamo stati molto intelligenti contro i biancoviola rischiando poco in difesa e sfruttando bene le ripartenze. In occasione del primo goal, abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna grazie all'involontaria deviazione dell'arbitro...
Domenica arriverà il Poggio Nativo al "Fiorentini"...
E' una squadra ostica allenata da Pezzotti che è un allenatore molto preparato ed hanno anche dei buoni giocatori. All'andata, ci mise molto in difficoltà nel "match" che si chiuse sull'1-1. Il Poggio Nativo, insieme a Lodigiani, Montecelio e Boreale possono togliere punti alle quattro squadre di testa.
La Nuovasuperiride La Rustica punta sulla valorizzazione dei giovani in età di Lega?
La società sta facendo un buon lavoro partendo dalla rifondazione del Settore Giovanile. Insieme al Direttore Sportivo Romano Scatena, stiamo cercando dei giovani talenti per portarli in Prima Squadra dalle squadre giovanili. La società del Presidente Salvatore Zanni è molto oculata nel pagare i rimborsi con regolarità. L'obiettivo è quelle di fare spese mirate con lo scopo di raggiungere buoni obiettivi. Nella gara contro la Boreale, abbiamo finito la gara con quattro giovani in campo, uno in più del dovuto... La nostra società punta molto sui giovani facendo attenzione ai costi com'è nella linea di pensiero del Cr Lazio e della Lnd.
Infine, cosa si augura per questo finale di stagione?
Spero molto che il campionato sia regolare fino alla fine. Mi auguro che il Cr Lazio faccia attenzione alla regolarità del torneo ma al di là di tutto, dobbiamo sempre entrare in campo per vincere. Oramai, ogni partita è una finale..."
Giorgio Attolico

 

Per poter commentare la notizia devi effettuare la login a Calciolaziale.com
Login | Registrati